È uscito il numero 52
aprile - maggio 2017

 


La rivista
tutti i numeri
ordina numero
abbonamenti
Contenuti
analisi politica
inchieste
dura lex...
percorsi storici
interviste
critica letteraria
recensioni libri
segnalazioni libri
spunti letterari
racconti
musica
cinema
arte
autori
Contenuti per tema
Europa
NO Expo
privatizzazioni
la sinistra in Italia
la nuova destra in Europa
lavoro e conflitto sociale
politica dell'immigrazione
rapporto cultura, informazione e potere
scontro politica e magistratura
osservatorio sulla mafia
economia criminale
rapporto Stato e Chiesa
politica medioriente
Il progetto Paginauno

la scuola
corsi di giornalismo d'inchiesta, scrittura
creativa e FilmMaking

Comunicazione
newsletter
la stampa
link
contatti
area riservata

 

Pagine contro la tortura

 

 

E se il mostro fosse innocente?
Controcronaca del processo
al chirurgo Brega Massone
e alla clinica Santa Rita

 

 

 

Suzanne Dracius
Rue monte au ciel
narrativa

 

Davide Steccanella
Le indomabili
saggistica

 

Liam O'Flaherty
Il cecchino
Il Bosco di Latte

 

Frank O'Connor
Ospiti della nazione
Il Bosco di Latte

 

Sabrina Campolongo
Ciò che non siamo
narrativa

 

Paul Dietschy
Storia del calcio
saggistica

 

Giuseppe Ciarallo
Le spade
non bastano mai
narrativa

 

Carmine Mezzacappa
Cinema e
terrorismo
saggistica

 

Massimo Vaggi
Gli apostoli
del ciabattino
narrativa

 

Walter G. Pozzi
Carte scoperte
narrativa

 

William McIlvanney
Il regalo
di Nessus
narrativa

 

William McIlvanney
Docherty
narrativa

 

Fulvio Capezzuoli
Nel nome
della donna
narrativa

 

Matteo Luca Andriola
La Nuova destra
in Europa
libro inchiesta

 

Davide Corbetta
La mela marcia
narrativa

 

Honoré de Balzac
Un tenebroso affare
narrativa

 

Anna Teresa Iaccheo
Alla cerca della Verità
filosofia

 

Massimo Battisaldo
Paolo Margini

Decennio rosso
narrativa

 

Massimo Vaggi
Sarajevo
novantadue
narrativa

 

Elvia Grazi
Antonio Prade
Senza ragione
narrativa

 

Giovanna Baer
Giovanna Cracco
E se il mostro
fosse innocente?
libro inchiesta

 

John Wainwright
Stato di fermo
narrativa

 

Giuseppe Ciarallo
DanteSka
satira politica

 

Walter G. Pozzi
Altri destini
narrativa

 

Davide Pinardi
Narrare
critica letteraria

 

 

 

Creative Commons License
Il contenuto di questo sito

coperto da
Licenza Creative Commons

 

 

anno I, numero 3
giugno - settembre 2007

 

Edizioni paginauno
formato: 21 x 30 - pagg. 64
prezzo: 8,00 euro
ISSN: 1971343600003

 

 

Clicca sui titoli del sommario per leggere gli articoli caricati online, oppure puoi ordinare il numero 3 nel formato cartaceo

 

Editoriale

Società
Con un anno di anticipo rispetto al progetto del vecchio governo di centro-destra, entra in vigore la nuova riforma previdenziale e il Tfr dei lavoratori si trasforma in pensione. Lontana dall'essere una riforma, la parola tanto in auge nasconde il vero obiettivo: la salvaguardia dei profitti delle imprese in un'economia finanziaria, attraverso lo sfruttamento del lavoratore dipendente. Il sindacato approva! (Giovanna Cracco). Fondi pensione o Inps, dunque? Erika Gramaglia mostra la gravità del dilemma alla luce dell’esperienza cilena e degli sviluppi del caso Enron.
E dopo il lavoro, la famiglia! I tentativi della Chiesa di incatenarla al vecchio modello, ricordano sempre più la veglia del morto (Marco Despontin). Eppure l’accanimento del Vaticano non è privo di ragioni e va ricondotto all’importanza del ruolo sociale della famiglia. Impareggiabile vettore di valori, e lungi dall’essere una dimensione naturale dell’uomo, il tetto coniugale rappresenta da sempre uno dei più efficaci strumenti di governo. Lo insegna la Storia...
... ma che cos’è la Storia per gli italiani? La costruzione di un’identità nazionale edificata sul silenzio! L’arresto di Cesare Battisti ( Walter G. Pozzi) e il lacunoso resoconto che ne hanno fatto i media, sembrano costruiti a proposito per dimostrare l’esistenza di fatti e verità che non possono essere raccontati per intero. Quali convenienze si nascondono dietro il silenzio che grava sugli anni Settanta?

Linguaggio
La scissione tra Governo e società civile è negata solamente nell’uso del plurale da parte dei politici. Nelle loro bocche, “Armiamoci e partite” è una retorica sempreverde. Ma a chi si riferiscono quando dicono “Noi...?” (Antonio Steffenoni).
Pronome personale dai confini sempre meno estesi, dietro al Noi si nasconde l’evidenza di una strenua difesa dell’interesse personale. In questa ricercata autoreclusione, l’altro, lo straniero, perde la propria identità, per ridursi, come spiega Adel Jabbar , a un’entità divisa in due: l’intruso funzionale (il lavoratore sfruttato) e il problema sociale per la sicurezza (il terrorista). Si parla di Integrazione, ma il primo passo per raggiungerla è comprendere il significato di questa parola.
Recuperare i veri e più profondi significati dei termini diffusi da un linguaggio sempre meno ricco e articolato; parlare degli invisibili mondi altri: è ciò che ha sempre fatto e che deve continuare a fare la letteratura (Giovanna Baer), nel tentativo di arginare le derive del pensiero dominante. Perché è la presa del vocabolario il vero golpe di chi detiene il dominio della chiacchiera. E’ attraverso un calibrato uso del linguaggio che viene spostato l’asse dei valori di una società. Un colpo di mano perpetuo e invisibile di cui nessuno sempra accorgersi. Eppure i morti non mancano, per quanto intelligenti siano le bombe (Nicola Loda).

 

Sommario

EDITORIALE
Società, Linguaggio

RESTITUZIONE PROSPETTICA
Il romanzo mai scritto sugli anni Settanta

di Walter G. Pozzi

IL RACCONTO
La caduta del governo Parri
tratto da L'Orologio
di Carlo Levi

POLEMOS
Familia, familiae

di Marco Despontin

Stato e sindacati vs lavoratori: trattamento da fine rapporto
di Giovanna Cracco

Intercultura tra retorica e realtà
di Adel Jabbar

Gli impossibili mondi altri
di Giovanna Baer

Plurale, singolare
di Antonio Steffenoni

RACCONTI
Odore di viole

di Valter Malenotti

DURA LEX...
Fantasmi e chimere
di Erika Gramaglia

LE INSOLITE NOTE
Nia Maro - Daniele Sepe

di Augusto Q. Bruni

SOTTO I RI(F)LETTORI
La schiavitù dello sguardo

recensione de Riflessi in un occhio d'oro, Carson McCullers
di Luciana Viarengo

BUONE NUOVE
La cappa di piombo

recensione de Piove all'insù, Luca Rastello
di Luciana Viarengo


PAROLE SULLA TELA
Mauro De Carli: La necessità della pittura

di Chiara Carolei

CORIANDOLI
Cattive abitudini

Delle due l'una
Nuovi miti, vecchi riti

di Antonio Steffenoni

VOCABOLARIO STORICO
Bombe Intelligenti

di Nicola Loda

Ultras
di Manuel Pozzi e Valerio Tiezzi

 

Clicca sui titoli del sommario per leggere gli articoli caricati online, oppure puoi ordinare il numero 3 nel formato cartaceo

 

Torna su