È uscito il numero 51
febbraio - marzo 2017

 


La rivista
tutti i numeri
ordina numero
abbonamenti
Contenuti
analisi politica
inchieste
dura lex...
percorsi storici
interviste
critica letteraria
recensioni libri
segnalazioni libri
spunti letterari
racconti
musica
cinema
arte
autori
Contenuti per tema
Europa
NO Expo
privatizzazioni
la sinistra in Italia
la nuova destra in Europa
lavoro e conflitto sociale
politica dell'immigrazione
rapporto cultura, informazione e potere
scontro politica e magistratura
osservatorio sulla mafia
economia criminale
rapporto Stato e Chiesa
politica medioriente
Il progetto Paginauno

la scuola
corsi di giornalismo d'inchiesta, scrittura
creativa e FilmMaking

Comunicazione
newsletter
la stampa
link
contatti
area riservata

 

Pagine contro la tortura

 

 

E se il mostro fosse innocente?
Controcronaca del processo
al chirurgo Brega Massone
e alla clinica Santa Rita

 

 

 

Davide Steccanella
Le indomabili
saggistica

 

Liam O'Flaherty
Il cecchino
Il Bosco di Latte

 

Frank O'Connor
Ospiti della nazione
Il Bosco di Latte

 

Sabrina Campolongo
Ciò che non siamo
narrativa

 

Paul Dietschy
Storia del calcio
saggistica

 

Giuseppe Ciarallo
Le spade
non bastano mai
narrativa

 

Carmine Mezzacappa
Cinema e
terrorismo
saggistica

 

Massimo Vaggi
Gli apostoli
del ciabattino
narrativa

 

Walter G. Pozzi
Carte scoperte
narrativa

 

William McIlvanney
Il regalo
di Nessus
narrativa

 

William McIlvanney
Docherty
narrativa

 

Fulvio Capezzuoli
Nel nome
della donna
narrativa

 

Matteo Luca Andriola
La Nuova destra
in Europa
libro inchiesta

 

Davide Corbetta
La mela marcia
narrativa

 

Honoré de Balzac
Un tenebroso affare
narrativa

 

Anna Teresa Iaccheo
Alla cerca della Verità
filosofia

 

Massimo Battisaldo
Paolo Margini

Decennio rosso
narrativa

 

Massimo Vaggi
Sarajevo
novantadue
narrativa

 

Elvia Grazi
Antonio Prade
Senza ragione
narrativa

 

Giovanna Baer
Giovanna Cracco
E se il mostro
fosse innocente?
libro inchiesta

 

John Wainwright
Stato di fermo
narrativa

 

Giuseppe Ciarallo
DanteSka
satira politica

 

Walter G. Pozzi
Altri destini
narrativa

 

Davide Pinardi
Narrare
critica letteraria

 

 

 

Creative Commons License
Il contenuto di questo sito

coperto da
Licenza Creative Commons

 

 

anno I, numero 4
ottobre - novembre 2007

 

Edizioni paginauno
formato: 21 x 30 - pagg. 64
prezzo: 8,00 euro
ISSN: 1971343600004

 

 

 

Clicca sui titoli del sommario per leggere gli articoli caricati online, oppure puoi ordinare il numero 4 nel formato cartaceo

 

Editoriale

Il chiasso e il silenzio
Nel commentare il successo commerciale del saggio La Casta, e la reazione degli italiani nell’apprendere l’entità dei costi del sistema politico, qualche analista in crisi di ispirazione ha presagito per l’Italia un futuro di scenari rivoluzionari. Improvvisamente, il sistema informativo si è destato, ha scoperto un vecchio vizio nazionale, l’antiparlamentarismo (Antonio Gramsci), e l’ha ribattezzato con il nome di Antipolitica. Ennesima impostura montata ad arte. Nel momento in cui il libro individua come Casta esclusivamente il potere politico, finge di dimenticare che la cosiddetta élite di potere, in Italia, è caratterizzata da uno spaventoso intreccio di interessi e di privilegi che comprende il mondo dell’informazione, dell’economia, della finanza, dello spettacolo, dell’intellettualità, dell’arte, dello sport... (Marco Despontin). Al cittadino non rimane che diffidare dei prodotti inscatolati da una Casta così grandemente composta, e rifiutarla in blocco con l’unico vero gesto politico in suo potere: smettere di consumare!
I costi della politica sono una piuma, rispetto alla devastazione sociale, causata dall’operato dei politici, in termini economici, finanziari e lavorativi; in termini di vite umane, di solitudine sociale, di precarietà lavorativa (Roberto Monguzzi); in termini di disagio femminile in un mondo declinato al maschile (Giovanna Baer); di colpevole resa dello Stato alle esigenze di mercato e del neoliberismo (Erika Gramaglia).
E mentre il chiasso mediatico si confronta con il nulla, nel silenzio cadono i pesanti sospetti di brogli sugli ultimi risultati elettorali; le accuse mosse alla Chiesa di Roma, per avere insabbiato e coperto casi di pedofilia che coinvolgono ecclesiastici di Irlanda, Stati Uniti e Brasile (Giovanna Cracco); e le vere ragioni nascoste dietro nuovi modelli di leggi razziali quali la Bossi-Fini e l’istallazione dei Cpt (Annamaria Rivera intervistata da Luciana Viarengo).
Come diceva Carlo Levi, la classe dirigente italiana non è mai cambiata dal Risorgimento a oggi. Centocinquant’anni di continuità politica in bilico tra trasformismo e revisionismo, di cui la parabola iniziata con Tangentopoli e che si chiuderà con l’intestazione di una strada a Craxi – e la sua beatificazione – rappresenta solo l’ultimo tangibile esempio (Walter G. Pozzi).
D’altronde, le strade italiane sono piene di eroi alla Craxi; simboli e fissativi di determinati momenti storici; di una Storia che parla di uomini politici, ma anche di bravi e coscienziosi militari che un tempo difendevano la Patria, e oggi sono impegnati in costose missioni dalle misteriose finalità (Nicola Loda), e di generosi mecenati, ostinatamente dediti… alla celebrazione del culto di se stessi (Manuel Pozzi e Valerio Tiezzi).

 

Sommario

EDITORIALE
Il chiasso e il silenzio

RESTITUZIONE PROSPETTICA
La storia sono loro
di Walter G. Pozzi

IL RACCONTO
La Tribù

di Italo Svevo

POLEMOS
Antipolitica e bioresistenza

di Marco Despontin

Le parole e il silenzio
di Giovanna Cracco

Dietro la parola progresso
di Roberto Monguzzi

Lo sguardo delle donne
di Giovanna Baer

Il popolo delle scimmie
di Antonio Gramsci

INTERVISTA
Annamaria Rivera. Il governo e gli altri

di Luciana Viarengo

RACCONTI
Fonderie disperse

di Giovanna Cracco

Il titolo che non c’è
di Lorenzo Bordogna

DURA LEX…
Acqua, fra diritto e mercato

di Erika Gramaglia

LE INSOLITE NOTE
Mirror – Miles Okazaki

di Augusto Q. Bruni

SOTTO I RI(F)LETTORI
Il male di scrivere

recensione de La campana di vetro, Sylvia Plath
di Luciana Viarengo

BUONE NUOVE
Un pessimo carattere

recensione de L'italiano, Sebastiano Vassalli
di Luciana Viarengo

IN LIBRERIA narrativa
Il falsario di Caltagirone,
Maria Attanasio (G. Cracco)
A immaginare una vita ce ne vuole un’altra, Elena Stancanelli (L. Viarengo)
A casa non ci torno, Ines Arciuolo (G. Cracco)

PAROLE SULLA TELA
Lorenzo Taini. La sospensione del tempo

di Chiara Carolei

CORIANDOLI
Pantheon
Confessioni
Bisognava ucciderli da piccoli

di Antonio Steffenoni

VOCABOLARIO STORICO
Italiani brava gente

di Nicola Loda

Mecenate
di Manuel Pozzi e Valerio Tiezzi

 

Clicca sui titoli del sommario per leggere gli articoli caricati online, oppure puoi ordinare il numero 4 nel formato cartaceo

 

Torna su