È uscito il numero 52
aprile - maggio 2017

 


La rivista
tutti i numeri
ordina numero
abbonamenti
Contenuti
analisi politica
inchieste
dura lex...
percorsi storici
interviste
critica letteraria
recensioni libri
segnalazioni libri
spunti letterari
racconti
musica
cinema
arte
autori
Contenuti per tema
Europa
NO Expo
privatizzazioni
la sinistra in Italia
la nuova destra in Europa
lavoro e conflitto sociale
politica dell'immigrazione
rapporto cultura, informazione e potere
scontro politica e magistratura
osservatorio sulla mafia
economia criminale
rapporto Stato e Chiesa
politica medioriente
Il progetto Paginauno

la scuola
corsi di giornalismo d'inchiesta, scrittura
creativa e FilmMaking

Comunicazione
newsletter
la stampa
link
contatti
area riservata

 

Pagine contro la tortura

 

 

E se il mostro fosse innocente?
Controcronaca del processo
al chirurgo Brega Massone
e alla clinica Santa Rita

 

 

 

Suzanne Dracius
Rue monte au ciel
narrativa

 

Davide Steccanella
Le indomabili
saggistica

 

Liam O'Flaherty
Il cecchino
Il Bosco di Latte

 

Frank O'Connor
Ospiti della nazione
Il Bosco di Latte

 

Sabrina Campolongo
Ciò che non siamo
narrativa

 

Paul Dietschy
Storia del calcio
saggistica

 

Giuseppe Ciarallo
Le spade
non bastano mai
narrativa

 

Carmine Mezzacappa
Cinema e
terrorismo
saggistica

 

Massimo Vaggi
Gli apostoli
del ciabattino
narrativa

 

Walter G. Pozzi
Carte scoperte
narrativa

 

William McIlvanney
Il regalo
di Nessus
narrativa

 

William McIlvanney
Docherty
narrativa

 

Fulvio Capezzuoli
Nel nome
della donna
narrativa

 

Matteo Luca Andriola
La Nuova destra
in Europa
libro inchiesta

 

Davide Corbetta
La mela marcia
narrativa

 

Honoré de Balzac
Un tenebroso affare
narrativa

 

Anna Teresa Iaccheo
Alla cerca della Verità
filosofia

 

Massimo Battisaldo
Paolo Margini

Decennio rosso
narrativa

 

Massimo Vaggi
Sarajevo
novantadue
narrativa

 

Elvia Grazi
Antonio Prade
Senza ragione
narrativa

 

Giovanna Baer
Giovanna Cracco
E se il mostro
fosse innocente?
libro inchiesta

 

John Wainwright
Stato di fermo
narrativa

 

Giuseppe Ciarallo
DanteSka
satira politica

 

Walter G. Pozzi
Altri destini
narrativa

 

Davide Pinardi
Narrare
critica letteraria

 

 

 

Creative Commons License
Il contenuto di questo sito

coperto da
Licenza Creative Commons

 

 

anno II, numero 8
giugno - settembre 2008

 

Edizioni paginauno
formato: 21 x 30 - pagg. 64
prezzo: 8,00 euro
ISSN: 1971343600008

 

 

 

Clicca sui titoli del sommario per leggere gli articoli caricati online, oppure puoi ordinare il numero 8 nel formato cartaceo

 

Editoriale

Nadir
Promosso da alcuni scrittori e intellettuali, il boicottaggio dell’ultima edizione del Salone del libro di Torino ha evidenziato le ambiguità nascoste nella distinzione tra arte e politica. Eppure, pur partendo da buoni presupposti, l’iniziativa non è stata in grado di estendere il discorso al problema più drammatico dell’editoria
moderna: il ruolo di committente nascosto svolto dal mercato e dall’ideologia del largo consumo (Giovanna Cracco, pag. 14). Una logica che fa capo all’uomo medio, ovvero a quella misteriosa coniugazione tra determinazioni mercantili e istanze umane, elaborata dalle ciniche alchimie del marketing (Felice Bonalumi, pag. 24). È lui il lettore che lo scrittore medio insegue, spinto da un’invisibile – per quanto tangibile – forma di committenza (Felice Accame, pag. 51). Fortuna vuole che molti buoni libri riescano ancora a vedere la luce. Due in particolare, La trattativa e Amici come prima, aiutano a intuire il futuro dell’Italia dopo il risultato delle ultime consultazioni elettorali. Un orizzonte su cui aleggiano il federalismo e i vantaggi che da esso trarranno Cosa nostra e gli industriali del Nord (Walter G. Pozzi, pag. 7), veri beneficiari della deregulation che ne seguirà, compreso l’inasprimento delle future leggi mirate a regolamentare il mercato del lavoro e i flussi dell’immigrazione (Erika Gramaglia, pag. 46). Dell’immondizia si è parlato per convenienza elettorale. Con l’Unione Europea che ringhia dietro la porta, i nuovi governanti dovranno presto trovare una soluzione. Qualcuno consiglia di guardare oltre confine, con il rischio che i nostri politici prendano spunto da una soluzione adottata dagli Stati Uniti nel 1945 (Nicola Loda, pag. 65).
Le elezioni dello scorso aprile non hanno avuto nemmeno il merito di distogliere l’attenzione dei media dalla ricorrenza dei quarant’anni trascorsi dal ‘68. Tra uno slogan elettorale e l’altro qualche articolo ha fatto capolino, e immediati sono esplosi il revisionismo e la riesumazione di alcuni antichi leader. Tra questi, com’era prevedibile, anche Mario Capanna (Antonio Steffenoni, pag. 19).
In un tale bailamme di parole, nessuno parla più delle guerre nel mondo e della loro incidenza sulla vita degli individui. Conflitti le cui dinamiche imperialistiche mostrano l’accentuarsi delle contraddizioni del capitalismo (Fabio Damen, pag. 29). D’altro canto, è normale. Il silenzio crea assuefazione, al punto che nessuno risale
più con il pensiero all’11 settembre. L’unica certezza rimane la caduta delle Twin Towers. Peccato nessuno più si chieda chi sia stato a buttarle giù e perché (Davide Pinardi, pag. 53).

 

Sommario

Gli ignavi
di Daniele Patelli

EDITORIALE
Nadir

RESTITUZIONE PROSPETTICA
L’onorata società

di Walter G. Pozzi

IL RACCONTO
Canituccia

di Matilde Serao

POLEMOS
L’Arte per l’Arte: non a Torino

di Giovanna Cracco

Il secondo ‘68 di Capanna
di Antonio Steffenoni

Homo medius
di Felice Bonalumi

Imperialismo e lotte nazionali
di Fabio Damen

INTERVISTA
Massimo Betti. Protocollo di opposizione
di Daniele Patelli

RACCONTI
La panchina di cemento

di Raffaella Brioschi

Il giglio
di Paolo Zardi

DURA LEX
La schizofrenia dell’accoglienza

di Erika Gramaglia

DIRE E CONDIRE
L’arte utilitaria e il realismo fantastico

di Felice Accame

VERITÀ AL TEMPO DELLA MOVIOLA
Perché quella casa è crollata

di Davide Pinardi

SOTTO I RI(F)LETTORI
La Storia degli ultimi

recensione de Il pino e la rufola, Ezio Taddei
di Luciana Viarengo

BUONE NUOVE
Manoscritto per uomini buoni, ovvero l’anima buona di Pavel Dubrov

recensione di Storia di un archivista, Travis Holland
di Luciana Viarengo

IN LIBRERIA narrativa
Nel bozzolo dorato,
Laurana Berra (G. Cracco)
Il vento contro, Stefano Tassinari (G. Cracco)
Emigranti Esprèss, Mario Perrotta (L. Viarengo)

LE INSOLITE NOTE
Brian Eno – Discreet music

di Augusto Q. Bruni

PAROLE SULLA TELA
Andrea Ferrari: il mondo in una linea

di Chiara Carolei

VOCABOLARIO STORICO
Riciclaggio - l’ecologismo ai tempi della Guerra fredda

di Nicola Loda

 

Clicca sui titoli del sommario per leggere gli articoli caricati online, oppure puoi ordinare il numero 8 nel formato cartaceo

 

Torna su