È uscito il numero 51
febbraio - marzo 2017

 


La rivista
tutti i numeri
ordina numero
abbonamenti
Contenuti
analisi politica
inchieste
dura lex...
percorsi storici
interviste
critica letteraria
recensioni libri
segnalazioni libri
spunti letterari
racconti
musica
cinema
arte
autori
Contenuti per tema
Europa
NO Expo
privatizzazioni
la sinistra in Italia
la nuova destra in Europa
lavoro e conflitto sociale
politica dell'immigrazione
rapporto cultura, informazione e potere
scontro politica e magistratura
osservatorio sulla mafia
economia criminale
rapporto Stato e Chiesa
politica medioriente
Il progetto Paginauno

la scuola
corsi di giornalismo d'inchiesta, scrittura
creativa e FilmMaking

Comunicazione
newsletter
la stampa
link
contatti
area riservata

 

Pagine contro la tortura

 

 

E se il mostro fosse innocente?
Controcronaca del processo
al chirurgo Brega Massone
e alla clinica Santa Rita

 

 

 

Davide Steccanella
Le indomabili
saggistica

 

Liam O'Flaherty
Il cecchino
Il Bosco di Latte

 

Frank O'Connor
Ospiti della nazione
Il Bosco di Latte

 

Sabrina Campolongo
Ciò che non siamo
narrativa

 

Paul Dietschy
Storia del calcio
saggistica

 

Giuseppe Ciarallo
Le spade
non bastano mai
narrativa

 

Carmine Mezzacappa
Cinema e
terrorismo
saggistica

 

Massimo Vaggi
Gli apostoli
del ciabattino
narrativa

 

Walter G. Pozzi
Carte scoperte
narrativa

 

William McIlvanney
Il regalo
di Nessus
narrativa

 

William McIlvanney
Docherty
narrativa

 

Fulvio Capezzuoli
Nel nome
della donna
narrativa

 

Matteo Luca Andriola
La Nuova destra
in Europa
libro inchiesta

 

Davide Corbetta
La mela marcia
narrativa

 

Honoré de Balzac
Un tenebroso affare
narrativa

 

Anna Teresa Iaccheo
Alla cerca della Verità
filosofia

 

Massimo Battisaldo
Paolo Margini

Decennio rosso
narrativa

 

Massimo Vaggi
Sarajevo
novantadue
narrativa

 

Elvia Grazi
Antonio Prade
Senza ragione
narrativa

 

Giovanna Baer
Giovanna Cracco
E se il mostro
fosse innocente?
libro inchiesta

 

John Wainwright
Stato di fermo
narrativa

 

Giuseppe Ciarallo
DanteSka
satira politica

 

Walter G. Pozzi
Altri destini
narrativa

 

Davide Pinardi
Narrare
critica letteraria

 

 

 

Creative Commons License
Il contenuto di questo sito

coperto da
Licenza Creative Commons

 

 

anno IV, numero 16
febbraio - marzo 2010

 

edizioni: paginauno
formato: 21 x 30 - pagg. 64
prezzo: cartaceo 8,00 euro - PDF 4,00 euro
ISSN: 1971343600016

 

 

 

Clicca sui titoli del sommario per leggere gli articoli caricati online, oppure puoi ordinare il numero 16 scegliendo tra il cartaceo o il PDF

 

In questo numero
Il federalismo, un'idea nata dall'incontro d'interessi tra mafia, massoneria coperta, industria e politica, in concomitanza con le stragi del ’92 e ’93; dentro lo scudo fiscale e la vendita all'asta dei beni confiscati alla mafia: in tempi di crisi, la politica sceglie di rinforzare gli interessi sommersi e criminali dell’economia italiana; il 'sistema farmaco': dalla ricerca ai brevetti, dai farmaci generici al criterio di fissazione dei prezzi, dal mercato delle pandemie alle industrie farmaceutiche, truffe, lauti profitti e corruzione; la costruzione mediatica del ‘personaggio eroe’ Roberto Saviano; i princìpi ‘libertà, uguaglianza, fratellanza’ di cui la Chiesa rivendica la paternità, pur negandoli nella pratica del proprio potere; l'Autonomia operaia del ’77, storia di un Movimento culturale e politico abbattuto dalla reazione militare e giudiziaria dello Stato; il processo di Norimberga e la legittimazione di un nuovo ordine mondiale nella creazione del paradigma dei ‘buoni’ Alleati; il percorso intellettuale di Giulio Salierno, dall’ideologia fascista al marxismo attraverso l’esperienza del carcere. E ancora: la 'gimblette' lungo la storia, ovvero come l’arte si piega al pensiero dominante, il film 2012 una profezia Maya che non esiste e la musica apocalittica di Boris Kovac, e una riflessione sul dialogo tra le arti: è possibile un’interrelazione tra fumetto e musica?
E poi critica letteraria, recensioni, un addio ad Alda Merini, arte con le opere di Roberto Cracco, narrativa sociale e il racconto vincitore del concorso Controracconto 2009 che ha avuto per tema: “Storie di violenza sociale”.

Clicca qui per leggere l'incipit di alcuni articoli

Editoriale

Il buongoverno della finzione
Governare l’Esistente è ciò che la politica postmoderna sostiene di fare. E l’Esistente oggi appare dai giornali e dalla televisione nella forma di ineludibile necessità vitale. Gli italiani non possono più vivere senza una riforma federalista, senza credere all’esistenza di un capitalismo sano e onesto contrapposto a uno illegale di matrice mafiosa, senza vaccini prodotti dalla ricerca dell’industria farmaceutica in nome della collettività, senza pensare che gli anni Settanta siano stati solamente un’epoca di violenza rossa sconfitta da uno Stato di indiscutibile statura morale, senza la vitalità indomabile di coraggiosi eroi dell’antimafia, senza un modello di donna rassicurante che balla e ammicca dal teleschermo, senza appassionarsi davanti a un film che racconta la fine del mondo profetizzata dai Maya, senza pensare che, in fondo, non esista al mondo più nulla che possa sorprendere e indignare, più nulla da capire oltre quanto spiegato da brillanti opinionisti tra le pagine dei giornali di palazzo e da scrittori di grido ospiti fissi di rotocalchi patinati.
L’Esistente che la politica postmoderna governa è quel modello di società in cui il fatto viene anticipato dall’opinione giornalistica, è quel Paese senza speranza in cui viene commentato ciò che non è ancora accaduto, che non c’è. Ma se questo viene considerato l’Esistente: che cos’è l’Inesistente?
Il federalismo è un’idea nata nei primi anni Novanta da un incontro d’interessi tra Stato, mafie, massoneria coperta e politici (Walter G. Pozzi, pag. 7); il capitalismo è un inestricabile groviglio affaristico e in tempi di crisi la politica si attiva per sostenere mafia e grande capitale (Giovanna Cracco, pag. 14); l’industria farmaceutica italiana è un nido di speculatori, di procuratori, di specialisti prezzolati, di politici corrotti che, senza alcuno scrupolo, speculano su pandemie inesistenti e sui malati (Giovanna Baer, pag. 32); la repressione militare e giudiziaria posta in atto dallo Stato negli anni Settanta è avvenuta con l’ausilio di stragi di civili, leggi speciali con licenza di uccidere, processi allestiti su teoremi celestiali (Paolo Pozzi, pag. 22); la storia delle minacce di morte lanciate dalla Camorra a Roberto Saviano cela zone d’ombra dietro cui potrebbe nascondersi la sagoma di un’immensa montatura mediatica (Davide Pinardi, pag. 19); la donna non vuole essere un corpo a disposizione (Sabrina Campolongo, pag. 56); la fine del mondo profetizzata per il 2012 è una balla che la società dello spettacolo ha inventato travisando una profezia Maya (Augusto Q. Bruni, pag. 62); gli intellettuali sono guitti che fanno capriole dialettiche per compiacere il re (Felice Accame, pag. 46); ed esiste per chiunque la possibilità di attuare un percorso di coscienza con il quale sottrarsi alla dittatura dell’Esistente e alla politica che dice di volerlo governare (Giuseppe Ciarallo, pag. 52).

A pag. 38 il racconto vincitore del concorso Controracconto 2009 avente per tema: Storie di violenza sociale.

 

Sommario

Charlie don't surf
di Eleonora Tommasi

EDITORIALE
Il buongoverno della finzione

RESTITUZIONE PROSPETTICA
Il romanzo mai scritto sugli anni Novanta (parte 1/5)

di Walter G. Pozzi

IL RACCONTO
Don Licciu Papa

di Giovanni Verga

POLEMOS
Sistema Italia: grande capitale e mafia

di Giovanna Cracco

San Roberto dalla Campania
di Davide Pinardi

Saviano, un colpo di Stato, nel suo piccolo
di Marco Clementi

La sovversione del '77: l'Autonomia operaia
di Paolo Pozzi

L'INTERVENTO
Fumetto e musica
di Andrea Garbuglia

INCHIESTA
Farmaci, business e lo strano caso dell'Aulin
di Giovanna Baer

CONCORSO CONTRORACCONTO 2009
Survivor

di Domenico Mininni

DIRE E CONDIRE
Croccante per arpa

di Felice Accame

VERITÀ AL TEMPO DELLA MOVIOLA
Alibi Norimberga
(5ª parte)
di Davide Pinardi

A PROPOSITO DI...
Lo scandalo più grande è la felicità

Addio ad Alda Merini
di Laura Defendi

PAGINE INVISIBILI
Rosso dentro

Un ricordo di Giulio Salierno
di Giuseppe Ciarallo

SOTTO I RI(F)LETTORI
Il corpo sottratto

recensione de Le vergini suicide di Jeffrey Eugenides
di Sabrina Campolongo

IN LIBRERIA narrativa
L'ubicazione del bene,
Giorgio Falco (G. Cracco)
La stanza degli ufficiali, Marc Dugain (G. Caputi)
Non so dove ho sbagliato, Laura Del Lama (G. Cracco)

IN LIBRERIA saggistica
Firma altrui e nome proprio
, Felice Accame (W. Pozzi)
Omissis, Philip Shenon (D. Corbetta)
Pugni chiusi e cerchi olimpici, Sergio Giuntini (G. Cracco)

LE INSOLITE NOTE
Boris Kovac & Ladaaba Orchest

di Augusto Q. Bruni

VOCABOLARIO STORICO
Libertà, uguaglianza, fratellanza

di Nicola Loda

 

Clicca qui per leggere l'incipit di alcuni articoli

Clicca sui titoli del sommario per leggere gli articoli caricati online, oppure puoi ordinare il numero 16 scegliendo tra il cartaceo o il PDF

 

Torna su